Giacobbe di Magenta

Fornaroli di Pontevecchio 

SCUOLE DELL'INFANZIA PARITARIE

CON METODO DELL'ESPERIENZA

Tel. 02.97297038 | Magenta via S. Crescentzia 73 | Pontevecchio di Magenta via Isonzo 29

SCUOLE MATERNE DI MAGENTA ASSOCIAZIONE DI DIRITTO PRIVATO

via S. Crescenzia 73/75 | 20013 MAGENTA (MI) | P.IVA 07911650153 | C.F. 93002190150

tel. 02.97297038 | segreteria@maternemagenta.it | pec asilogiacobbe (@) pec.it

Scuola materna De Andrea Giacobbe cod.mecc. MI1A41200G | Scuola materna G. Fornaroli cod.mecc. MI1A0B500Q

www.maternemagenta.it ©2015-2020 Scuole Materne di Magenta #maternemagenta

#scuolagiacobbe #scuolafornarolipontevecchio #magenta #scuolainfanzia #scuolamaterna #sezioneprimavera

«Dopo tanta

 nebbia

 a una

 a una

 si svelano

 le stelle»

 

#maternemagenta anno scolastico 2020/21 

GUARDARE SEMPRE IL BAMBINO

CON UNO SGUARDO SPECIALE.

ANCHE SOTTO LA MASCHERINA. 

ecco come siamo ripartiti

in sicurezza 

Nel pieno rispetto delle indicazioni sanitarie e di sicurezza, le scuole Materne di Magenta hanno riaperto prima il 15 giugno e poi il 5 settembre con un protocollo che garantisca la migliore offerta educativa e didattica, avendo cura del benessere e della serenità emotiva di tutti gli alunni con una particolare attenzione alle esigenze delle famiglie.

 

Le soluzioni per l’organizzazione dell’avvio del nuovo anno scolastico sono elencate nell'«Integrazione al Regolamento didattico per emergenza Covid»

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Esse sono state preparate sulla base dei documenti ufficiali:

- Linee guida emesse dal MIUR il 26 Giugno 2020

- Indicazioni del Comitato Tecnico scientifico

- Documento di indirizzo e orientamento per le ripresa delle attività ... delle scuole dell'infanzia emesso dal MIUR

- Protocollo di sicurezza emesso dal MIUR

- Ordinanze della Regione Lombardia

 

La scuola, già da marzo 2020, ha istituito un «Comitato Covid-19» che comprende:

- il presidente e la vicepresidente;

- la coordinatrice didattica e la responsabile amministrativa;

- il responsabile del servizio di prevenzione e protezione, consulente per la sicurezza sul lavoro

- il medico competente.

Il Comitato si riunisce periodicamente per verificare l'andamento delle attività, per riesaminare le azioni e rivedere il protocollo perchè sia sempre adeguato alla realtà della scuola e alle disposizioni di legge.

 

E' stato nominato e formato un Referente Covid-19.

Il referente è in contatto con gli organi di ATS preposti alla gestione delle scuole in questa fase di emergenza.

 

Dall'inizio della pandemia a fine dicembre le nostre scuole hanno avuto 4 bambini "positivi" su 200 iscritti, oltre a qualche adulto nel personale educativo e non.

Il protocollo di divisione e di creazione di "bolle" isolate ha permesso di gestire prontamente i casi, segnalandoli ad ATS e mettendo in isolamento solo le sezioni interessate, evitando la diffusione della malattia e la creazione di focolai.

 

Tra le altre azioni attuate, la scuola ha scelto di dotare ogni adulto presente di dispositivi di protezione di classe superiore a quanto prescritto dalle disposizioni ministeriali, ad esempio mascherina CE di classe FFP2 e non la semplice chirurgica messa a disposizione dal Ministero, e visiere per i momenti di maggior "criticità", come ad esempio il cambio degli indumenti sporchi di un bimbo.

Si è mantenuta la rilevazione della temperatura all'ingresso.

I genitori non accedono più all'interno dei locali scolastici. A tal fine la scuola ha predisposto più ingressi scaglionati in più momenti, così come le uscite.

I bambini vengono accolti al mattino e ridati alle famiglie dalla maestra sulla soglia degli ingressi.

 

Tutte le persone adulte della scuola mantengono le distanze fra loro (salvo le insegnanti di sezione e le insegnanti di sostegno della stessa classe). Anche per loro gli ingressi sono scaglionati, così come le permanenza nei locali spogliatoio e ristoro.

Le attività collegiali sono in remoto mediante Skype.

E' stato ridotto e viene registrato l'ingresso di adulti "esterni", ad esempio manutentori. I fornitori consegnano le merci senza entrare.

 

Sono state apportate modifiche agli spazi e agli arredi: nuovi armadietti singoli, spazi delimitati in salone per pre/dopo-scuola, aree antistanti le aule destinate alle singole sezioni, nuovi spazi più ampi per la nanna.

 

Ogni volta sia possibile vengono utilizzate le aree verdi o coperte esterne. Ogni classe ha speciali scaffali dove vengono riposti gli stivaletti dei bambini, sempre pronti all'uso.

 

E' data attenzione alla comunicazione con le famiglie: incontri di inizio anno, avvisi da parte della segreteria e comunicazioni della direzione.

 

In tutto questo, però, abbiamo cercato di non perdere di vista la cosa più essenziale: il bambino e la sua crescita.

Perchè riteniamo che la salute sia importante, ma che non sia tutto.

E che, se alla fine, uno dei nostri bimbi non si sarà ammalato, ma non sarà cresciuto, non avremmo fatto il nostro dovere.

Questa è la nostra responsabilità.